Calabria, mal comune mezzo Gaudio. Dimissioni a 24 ore dalla nomina come Commissario alla sanità




La Calabria ancora senza commissario, a 24 ore dalla nomina Gaudio si dimette presentando le dimissioni come uno scolaretto: “Mia moglie non vuole trasferirsi in Calabria” sembra essere proprio questa la motivazione che abbia spinto Gaudio a non ricoprire l’incarico di Commissario alla Sanità in Calabria.



Ed inoltre fa sapere: il procuratore di Catania ha appena fatto sapere al mio avvocato che è andato a depositare la richiesta di archiviazione per il mio presunto abuso di ufficio. Sembra essere proprio questo l’ostacolo, il popolo del web una volta saputa la notizia dell’incarico conferito a Gaudio è insorto considerando i trascorsi poco chiari del ormai dimissionario Commissario alla Sanità

Commenta tramite Facebook

Lascia una risposta