Senza soldi muore in casa con il suo cane: la storia di Totò

Morto con il suo cane intossicato dal monossido di carbonio dei bracieri che si era procurato per riscaldarsi. Non c’erano soldi per pagare le bollette e la pensione non era ancora arrivata a Salvatore Melluccio, 55enne originario di Torre Annunziata ma che da 20 anni viveva a Correggio, in provincia di Reggio Emilia, come dipendente di un’industria di trattori. E proprio nei mesi scorsi era andato in pensione, ma, come per molti cittadini italiani, i soldi erano pochi, la pensione non era ancora arrivata e Salvatore Melluccio, per gli amici Totò, è morto in casa con il suo cagnolino, amico fidato fino alla fine. Il suo corpo è stato trovato martedì dai carabinieri di Correggio nel suo appartamento in via Pascoli 7 in Emilia Romagna: era riverso a terra, colto da un attacco cardiorespiratorio.

Fonte La Repubblica

Commenta tramite Facebook

Lascia una risposta