Valorizza i tuoi talenti

Il bilancio delle competenze consiste anche nell’essere consapevoli dei propri punti di forza, e saperli valorizzare , ed è fondamentale per lavorare.
Tutti abbiamo dei punti di forza, ed altrettanti di debolezza, e sono proprio questi che ci rendono diversi gli uni dagli altri e che ci permettono di fare la differenza rispetto ad altri, anche nel lavoro.
Avere un focus, specifico, in cosa siamo più forti ci dà, come primo beneficio, quryrunjeello di rafforzare la nostra autostima, e come secondo, quello di riuscire a far capire agli altri in cosa riusciamo a dare il meglio di noi e quindi quale valore possiamo portare all’interno di un gruppo di lavoro. Se, durante un colloquio di lavoro, e non31# o parli dei tuoi punti di forza in maniera generica e troppo sintetica ad esempio dicendo: “sono una persona volenterosa, oppure calma, oppure determinata” e nient’altro, perdi un’ottima occasione per fa capire in cosa sei differente dagli altri e perché, quindi, qualcuno dovrebbe dare fiducia, riconoscimento ed apprezzamento proprio a te. Per allenarti nel sapere spiegare i tuoi punti di forza ti suggeriamo un semplice esercizio:

  • seleziona quattro punti su cui ti senti davvero forte (sicuramente ti verrebbe di selezionarne di più dalla lista, ma arriva a scegliere i quattro che per te sono i più importanti, magari pensando anche allo specifico posto di lavoro in cui sei o per il quale ti stai candidando);
  • · per ognuno dei punti che hai selezionato fai l’esercizio di dare una definizione più completa di quel punto di forza ed anche di associare a quel punto almeno un esempio specifico che dimostra che lo possiedi oppure pensa a come riesci concretamente, quindi con azioni quotidiane, a far vedere agli altri che hai quel punto di forza (ad esempio, se hai selezionato “onesta”, potresti dire che essere una persona onesta per te vuol dire ammettere sempre quando fai degli errori e raccontare poi un esempio che hai vissuto rispetto a questa situazione);
  • se non sei sicuro delle tue scelte potresti anche chiedere ad una persona che ti conosce bene, e di cui ti fidi, quali sono i punti che selezionerebbe pensando a te e dirgli anche di spiegarti perché ed a che situazioni ha pensato scegliendo quei punti;
  • se ti sei rivolto anche ad altri per selezionare i punti di forza confronta la tua selezione con quella della persona di tua fiducia e fai la scelta finale dei tuoi quattro punti forti;
  • ricordati comunque di associare ad ognuno dei punti di forza selezionati una tua definizione più specifica ed un esempio tratto dalla tua vita personale o studentesca o lavorativa;
  • seleziona poi altri quattro punti, su cui ti piacerebbe diventare più forte;
  • pensa, rispetto a questi altri quattro punti che hai selezionato, perché ti piacerebbe rafforzarli, quali benefici pensi ti porterebbero e soprattutto cosa potresti fare, a livello concreto, per svilupparli;
  • prova a fare almeno una volta all’anno questo esercizio per vedere cosa sta cambiando rispetto ai tuoi punti di forza, attuali e potenziali, ed utilizza i risultati di questo esercizio per far capire meglio agli altri su cosa sei già forte e su cosa ti sei dato degli obiettivi di miglioramento;

in questo modo trasferirai un’idea di sicurezza, fiducia e dinamicità a te stesso ed agli altri.

Di Elisabetta Mura

Commenta tramite Facebook
Presidente e Fondatore
Domenico Panetta

Consiglieri
Andrea Panetta
Gemma Di Salvo
Maurizio Gustinicchi

Responsabile attività esterne
Daniela Moscarino

Responsabile spettacolo Fino al Cielo Risuona
Alessia de Bortoli
Responsabile ufficio stampa
Segreteria Nazionale
Dott.ssa Roberta Bruzzone (Criminologa)
Barbara Benedettelli (Scrittrice)
Carmine Faraco ( artista di made in sud)
Mario Furlan (Fondatore City Angels)
Alessia Giovagnoli (Ex Gf)
Regina Salpagarova (Modella)
Euridice Axen (Attrice)
Manuela Zero (Attrice)