Rimini, venditore ambulante tenta il suicidio, colpa i mancati guadagni.

Ha tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene. Protagonista di questo gesto estremo è un venditore ambulante di Rimini, un 50enne, caduto in depressione per colpa della grossa crisi economica che ha investito la sua attività. Le sue vendite, secondo quanto riferite da alcuni colleghi, si sarebbero infatti risate notevolmente nell’ultimo periodo, in particolare dopo lo spostamento del mercato da piazza Malatesta e Cavour. L’uomo, in preda alla disperazione a all’angoscia, avrebbe così provato a farla finita nel proprio appartamento. Sul posto è intervenuto il personale del 118 che lo ha subito trasportato all’ospedale Infermi di Rimini. Fortunatamente non è in pericolo di vita.

Commenta tramite Facebook

Lascia una risposta